Pierre Favre

Pierre Favre

Pierre Favre © Thomas Cugini

Pierre Favre ha approcciato il jazz dapprima con il Be-Bop, chinandosi poi verso generi quali lo stile di New Orleand e il Dixieland. Alla fine degli anni ’60 ha sviluppato una nuova concezione melodica delle percussioni e ha trasformato il suo strumento per estendere le possibilità della batteria moderna. Fin da subito – all’inizio degli anni ’70 – i soli di percussione di Pierre Favre hanno entusiasmato la critica, che li ha esaltati in maniera unanime. Pierre Favre si dedica anche alla composizione.

www.pierrefavre.ch
alla pagina Vincitori 2019