Baze

Basil Anliker aka Baze

Rappando di vita e morte

Baze © Jonas Moser

Il bernese Baze alias Basil Anliker, classe 1980, è una pietra miliare della scena rap svizzera. Con eloquenza e a voce alta il rapper racconta nel dialetto di Mani Matter le storie di persone sull’orlo dell’abisso, in uno stile al contempo rozzo e malinconico. Baze fa parte di diversi collettivi (Chlyklass, Boys on Pills, Temple of Speed), ma è come solista che si è fatto un nome, ridefinendo i limiti del rap con album quali « D’Party isch vrbi» (2010) e in particolare «Bruchstück». È l’ordinaria follia del quotidiano a far riflettere il melanconico poeta sulla vita e sulla morte. Nel farlo Baze si rivela un acuto osservatore e un autore tagliente.

alla pagina Vincitori 2018